2644 154

I requisiti dei testimoni nel matrimonio svolto in chiesa (concordatario)

In Italia la forma di matrimonio celebrata con più frequenza è quella concordataria, che prevede che il matrimonio contratto secondo le norme del diritto canonico abbia effetti civili.

Poiché il matrimonio concordatario segue le norme del diritto canonico sovente ci si chiede quali siano i requisiti prescritti per i testimoni.

Ad esempio, se vostro fratello è divorziato, potrà assistervi all’altare?

Vediamo a questo punto quali sono tutti i requisiti che il diritto Canonico vi richiede per rispondere a questo e ad altri interrogativi.

Secondo il Canone 1108 del Codice di Diritto Canonico sono validi solo i matrimoni che si celebrano alla presenza di due testimoni.

Essi devono essere presenti simultaneamente e di persona alla manifestazione del consenso degli sposi, per garantirne la pubblicità, difatti nel diritto canonico elemento centrale è quello del consenso dei nubendi, senza il quale, il matrimonio è nullo.

Sono ammesse come testimoni di nozze massimo due persone per lo sposo e due per la sposa (quattro in totale).

Se uno o entrambi gli sposi sono di nazionalità straniera e/o residenti all’estero, è obbligatorio che almeno uno dei due testimoni scelti abbia la cittadinanza italiana.

A differenza di quanto richiesto dal Canone 874 i merito ai requisiti del padrino/madrina del Battesimo/Cresima, per il testimone non è richiesta nessuna condizione, se non che sia fornito di uso di ragione e sia capace di testimoniare.

La differenza è che il padrino svolge una funzione meramente ecclesiale, e perciò deve possedere alcuni requisiti richiesti dal diritto della Chiesa, mentre il testimone alla nozze ha un ruolo civile/canonico pubblico, ne consegue un civilmente coniugato(ma legalmente separato)/divorziato/ risposato/ convivente, anche non battezzato o battezzato acattolico è ammesso al ruolo di testimone alle nozze.

Pertanto, state tranquilli, vostro fratello potrà essere a tutti gli effetti il vostro testimone.

Per completezza precisiamo che il diritto Canonico vieta che i predetti soggetti, perdurando la loro situazione di irregolarità, siano ammessi al ruolo di padrino/madrina di Battesimo/Cresima o alla Riconciliazione e all’Eucaristia.

Infine, ultima avvertenza, per ogni testimone è necessario specificare i dati anagrafici, la residenza e la professione da comunicarsi alla segreteria della chiesa dove vi sposerete con congruo anticipo.

Una Risposta

  • I testimoni sono persone che amate e che vi possono aiutare durante i preparativi, dalla scelta dell abito da sposa alla decisione dei posti a sedere nel tableau de mariage, fino alla creazione delle bomboniere matrimonio . Ma soprattutto dovranno esserci quel giorno e firmare dopo che avrete pronunciato le vostre frasi per la promessa di matrimonio , per rendervi legalmente marito e moglie.

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *